pulizia pavimenti in resina o cemento

Come pulire pavimenti in resina o cemento

Condividi sui social !

pulire pavimenti in resina o cemento
pulire pavimenti in resina e cemento

Uno dei vantaggi più rilevanti dei pavimenti continui è la facilità di pulizia. Ma come pulire pavimenti in resina o cemento? Quali prodotti utilizzare?
Partiamo dal dire che naturalmente le resine e i cementi non sono tutti uguali. Come avviene per tutti i prodotti ve ne sono di diverse qualità, per questo, specie per questa tipologia di pavimento non è possibile dare indicazioni precise e adatta a tutti.

Come pulire pavimenti in resina o cemento trattati con il Glass Block

Per la pulizia dei pavimenti realizzati con i sistemi Pavimento Moderno trattati con Glass Block 2k, protettivo ad alta resistenza, è sufficiente l’utilizzo di un detersivo neutro, perché le superfici sono facili da pulire. Tuttavia viste le caratteristiche di alta resistenza della superficie è possibile effettuare anche pulizie ordinarie o straordinarie con prodotti più aggressivi come candeggina o alcool.
Le superfici continue trattate con prodotti della linea Glass Block sono lavabili senza timori e senza detergenti specifici, sono più facile da pulire e il risultato sarà più efficace e duraturo rispetto ai pavimenti in piastrelle. Le fughe infatti non solo sono delle vere e proprie spugne, ricche di pori, ma sono anche incavate rispetto alla superficie del pavimento, questo favorisce l’accumulo di sporco proprio nei punti deboli di un pavimento piastrellato.

Come pulire altri pavimenti in resina o cemento

Per sapere come pulire un pavimento in resina o cemento di altro tipo è opportuno reperire più informazioni possibili sui prodotti utilizzati per la sua realizzazione, contattando i posatori che lo hanno realizzato o le aziende che hanno fornito i prodotti.
Se questo non è possibile procedere inizialmente solo con acqua per verificare che il pavimento non sia soggetto ad assorbimento. Se il pavimento non assorbe è consigliato procedere progressivamente effettuando un test in una zona di poca visibilità, come ad esempio dietro una porta o sulla porzione dove siede la cucina rimuovendo lo zoccolino copri piedi. Tuttavia in assenza di certificazioni di resistenza è preferibile non utilizzare agenti aggressivi come alcool e candeggina che possono rovinare il pavimento progressivamente, dunque non sarebbe sufficiente una sola prova per verificarne la resistenza a lungo termine. Se si ha necessità di pulire e disinfettare periodicamente il pavimento con alcool o candeggina, è consigliata la protezione con un prodotto certificato come il Glass Block 2k, testato per il contatto prolungato con oltre 100 sostanze diverse, comunemente utilizzate in casa.

Pavimenti in resina e cemento, manutenzione ordinaria

Ricordiamo sempre che si tratta di pavimenti facili da pulire. Per questo occorre fare abitudine a non esercitare la stessa fatica che prima era necessaria con altri pavimenti. Per la pulizia ordinaria è sufficiente un panno umido, imbevuto e strizzato in una soluzione di acqua e un comune detergente per pavimenti. Per disinfettare i pavimenti è consigliato l’uso di candeggina diluendola cosi come indicato in questa guida.
Per l’utilizzo dell’aspirapolvere basta controllare che la spazzola non presenti plastica dura esposta a fare attrito sul pavimento. Si consiglia di utilizzare spazzole per parquet, spesso in dotazione con la stessa aspirapolvere. Le spazzole da parquet generalmente assicurano che setole o rotelle saranno a strisciare sul pavimento anziché materiali duri.


Condividi sui social !